Burattini

Jack , cammina per la strada, passi svelti

come se dovesse sfuggire a qualcosa o qualcuno.

 

Come quando si cerca di non cadere in preda alla paura

forza la sua mente con pensieri allegri.

 

Una carrellata di fotogrammi scorre nella sua testa:

katy, jody e littlebear sono lì, sorridenti e spensierati.

 

Il marciapiede grigio

il suono dei suoi mocassini in cuoio

un sacco di cose attorno a lui:

edifici , persone , piante , porte , porte , porte …

porte colorate, porte colorate suonano come carillon.

Come le sirene per Ulisse, chiamano Jack!

 

A poco a poco,

i fotogrammi nella sua testa lasciano spazio all’ipnotica melodia.

Il passo di jack rallenta inesorabile,

lo conduce davanti a all’invitante porta.

 

I burattini entrano ed escono.

Alcuni si preparano ad inscenare il loro spettacolo quotidiano

altri hanno appena finito.

 

L’indomani, risponderanno ancora ai comandi.

Marionette senza fili, succubi del loro burattinaio .

 

 

5 pensieri riguardo “Burattini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...